Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

Corso di Primo Soccorso Remoto I.C.E. – In Case of Emergency™

Marzo 13 @ 8:00 - Marzo 14 @ 13:00

Obiettivo del corso: acquisire le tecniche per poter affrontare e gestire una situazione di Primo Soccorso in ambiente artico/innevato
Durata:
due giorni/una notte, dalle 09:00 di sabato e termina alle 13:00 circa di domenica.
N.B. Condizioni meteorologiche particolarmente avverse potrebbero essere oggetto di annullamento del corso.
>>> Programma del Primo Soccorso Remoto:
* Basic Life Support e tecniche di rianimazione cardiopolmonare (RCP)
* uso di presidi specifici e mezzi di contingenza per il trasporto della vittima
* stabilizzazione ed immobilizzazione di vittima politraumatica
* trattamento e stabilizzazione della vittima ipotermica
* gestione e cura delle lesioni da freddo con e senza congelamento
Numero di partecipanti: minimo 6, massimo 14 persone.
Il programma prevede – inoltre – la preparazione di un rifugio od un bivacco con materiale naturale >>> NEVE e approfondiremo concetti quali:
* psicologia e strategia della sopravvivenza
* accensione del fuoco
* preparazione dei segnali per l’arrivo di eventuali soccorsi
* orientamento con e senza l’uso della bussola
* purificazione dell’acqua
* gestione di deprivazioni (alimentari e comfort)
* gestione delle dinamiche di gruppo
* raccolta, preparazione, trasformazione, cottura e conservazione del cibo qualora possibile
* utilizzo appropriato e manutenzione di equipaggiamento e strumenti da taglio
* eventuale costruzioni di attrezzi necessari all’ambiente
Al termine: debriefring e consegna degli Attestati
L’equipaggiamento base sarà adeguato all’elemento NEVE!
Raccomandiamo un abbigliamento a strati: lana e microfibra ok, evitiamo il cotone che è una fibra idrofila poco adatta ai climi freddi…
Inoltre:
* uno zaino: di grandezza adeguata: tutto l’equipaggiamento dovrà essere contenuto all’interno. Nessun “orpello” appeso esternamente. Inoltre sarà utile per le attività di raccolta frutti, erbe, esche per il fuoco e quant’altro dovremmo poter incontrare di utile.
* sacco a pelo: non è “obbligatorio” e, comunque, dipende dalle condizioni climatiche. Per chi lo desiderasse è preferibile almeno un “comfort -15°C”;
* borraccia con gavetta in metallo: la borraccia è contenuta nella gavetta, utile per cucinare, la borraccia di metallo ne permette l’utilizzo diretto sul fuoco…
* coltello: che abbia la lama affilata, l’ Opinel n° 9 che si trova anche nelle ferramenta è una scelta economica e sufficientemente valida;
* poncho: utile in caso di nevicata bagnata, consigliamo il poncho-tenda;
* copertina isotermica: la classica “metallina”
* anfibi o scarponi da trekking: possibilmente anche impermeabili in quanto cammineremo sempre su terreno innevato;
* ghette: utilissime per non far entrare neve all’interno degli scarponi;
* guanti da neve: caldi ed impermeabili, eventualmente con “sovraguanti”;
* sega per legno: con lama da almeno 15 cm, anche pieghevole, possibilmente con custodia. Assicuratevi che sia adatta per segare legno. Va bene anche la sega a catena dei kit di survival;
* corda: 15m di paracord 550 o più grande, ancora meglio se in fibra naturale (utile anche come esca);
*eventuali medicinali personali: ognuno provvederà a portare con se eventuali medicinali di cura.
Opzionale:
* tappetino: tipo quello da palestra, sono vietati gli auto gonfianti o quelli gonfiabili;
* telo occhiellato o “basha”: telo 3×4 o 4×4 da ferramenta o telo militare specifico. Sarà richiesto in base alle condizioni ambientali.
* torcia frontale: è preferibile avere sempre la mani libere o in alternativa un altro tipo;
* un ricambio completo: calze, slip, maglietta, pantalone, felpa o maglione di lana o pile da tenere in auto;
* cappello o bandana: per evitare la dispersione del calore o scottature sono fondamentali sempre;
* occhiali da sole: utili in inverno per i i Corsi che si svolgono in ambiente innevato;
* coltello “survival”: lama robusta, adatta al “chopping” ed al “batoning”. Evitare quelli con manico cavo;
* kit di sopravvivenza: grandezza massina della scatola 13x9x3. Sarà oggetto di discussione ed approfondimento.
* ciaspole: utili in caso di manto nevoso fresco, eventualmente si può provvedere ad auto-costruirsene un paio con materiale di contingenza o naturale
Le razioni ed altro materiale utile al buon esito dell’esperienza sarà fornito dall’organizzazione.
La quantità di acqua da portare deve essere di 1 litro: non vi saranno problematiche di approvvigionamento dato l’ambiente innevato.
Altri indumenti o accessori costituiranno solo un inutile ingombro e peso in più, oltre a non poter essere utilizzati.
I cellulari saranno lasciati al campo base o in auto prima dell’inizio del corso.
Il corso è aperto a tutti coloro in buone condizioni di salute (è richiesto il certificato medico di sana e robusta costituzione) dai 14 anni in poi (con il consenso scritto dei genitori) ed è valido per la valutazione al conseguimento della Patente Federale di Operatore o di Istruttore Base di Sopravvivenza.
Il costo è di €180, incluso il tesseramento

Dettagli

Inizio:
Marzo 13 @ 8:00
Fine:
Marzo 14 @ 13:00

Organizzatore

Oltre Survival
Telefono:
347-3447754
Email:
info@oltresurvival.it
Sito web:
https://www.oltresurvival.it

Luogo

Appennino Abruzzese